Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

Se il vino biologico contiene sostanze chimiche

Scritto da 100vino • Mercoledì, 24 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Normativa vinicola

Uso sostanze chimiche nel vino biologicoSi discute proprio in questi giorni a Bruxelles sulla nuova proposta di regolamento della Commissione Europea che riguarda il vino biologico e l'uso che viene fatto di sostanze chimiche nel processo di produzione. Come ovvio pensare, la proposta tende alla riduzione di queste componenti ma le associazioni di categoria italiane cercano di andare oltre richiedendo almeno il dimezzamento del contenuto di solfiti nel vino biologico per arrivare alla loro eliminazione non appena le tecniche di vinificazione e la sperimentazione richiesta lo consentiranno.

Un confronto difficile visto che Stati Membri quali Germania e Austria la cui realtà produttivi di vini biologici ha una certa importanza, pare si stiano decisamente opponendo alle ipotesi di limiti nell'uso dell’anidride solforosa, visto che i parametri da adottare sarebbero i medesimi a quelli stabiliti per i vini convenzionali.

Il nocciolo della questione risiede nel fatto che tali Paesi Membri sarebbero fortemente penalizzati dalla riduzione di queste sostanze chimiche proprio per le condizioni climatiche ed ambientali dei loro territori, non riuscendo - in assenza di questi - ad ottenere le medesime performance produttive dei vini biologici se confrontati con i paesi mediterranei.

Ricordiamo che l’attuale legislazione comunitaria prevede come limiti massimi di anidride solforosa (SO2), per i vini convenzionali rossi di 150 mg/l mentre per i vini Bianchi 200 mg/l.


>>Continua a leggere "Se il vino biologico contiene sostanze chimiche"

4399 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Nuovi agenti "007 del vino": più controlli sui prodotti

Scritto da Eva di Pretoro • Mercoledì, 17 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Normativa vinicola

Istituita la nuova figura dei vigilatori contro falsi e manomissioni: arrivano gli "007 del vino".

Sono le nuove figure previste dalla proposta di revisione della legge 164/92 (in approvazione, sarà esecutiva tra un paio di mesi), che ridisegna le funzioni dei Consorzi di tutela.

Questa novità è stata presentata nei giorni scorsi a Firenze nell'ambito di "Chianti Classico Collection", anteprima delle nuove annate 2009, 2008 e Riserva 2007.

In poche parole, questi agenti, controlleranno le bottiglie nelle enoteche, sugli scaffali dei supermercati e nei punti di piccola e grande distribuzione allo scopo di verificare che i prodotti presenti sul mercato siano certificati e rispondano ai requisiti dei disciplinari, ma soprattutto che prodotti similari non rechino danni alle produzioni Dop e Igp


>>Continua a leggere "Nuovi agenti "007 del vino": più controlli sui prodotti"

12966 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

CONEGLIANO: BLOCCATO PROSECCO TAROCCO PER IL REGNO UNITO

Scritto da Eva di Pretoro • Venerdì, 12 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Normativa vinicola

L’ Ispettorato per il controllo della Qualità agroalimentare di Conegliano ha smascherato una gran bella frode:

Rosecco – vino spumante Brut - Rosé” ovvero Prosecco tarocco, ne sono state sequestrate oltre 14.000 bottiglie di vino denominato .

Il vino era stato prodotto e imbottigliato da una ditta del trevigiano e stava per essere messe in commercio sul mercato inglese.

Forse i produttori speravano sull’assonanza dei nomi e sui colori delle etichette per trarre in inganno i consumatori.


>>Continua a leggere "CONEGLIANO: BLOCCATO PROSECCO TAROCCO PER IL REGNO UNITO"

7982 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

VINO: UNCI-COLDIRETTI, ETICHETTA CON ORIGINE GARANZIA CONSUMATORI

Scritto da Eva di Pretoro • Mercoledì, 10 febbraio 2010 • Commenti 6 • Categoria: Normativa vinicola

"L'indicazione dell'origine in etichetta che certifichi la provenienza dei vini prodotti da' centralita' ai produttori e rende il consumatore consapevole di cio' acquista. L'etichetta fornisce, infatti, informazioni utili a capire l'origine della produzione vitivinicola e a rendere riconoscibile il produttore".

Un concetto fortemente ribadito oggi da Unci-Coldiretti nell'ambito dell'audizione in Commissione Agricoltura del Senato, sulla Riforma della Normativa in materia di tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei vini, alla quale e' intervenuto Fabio Paduano coordinatore dell'Associazione.

"Pur favorevoli all'impianto generale della rivisitazione della legge 164/92, si ritiene necessario rivedere tutta la normativa del settore, oggi obsoleta e insufficienti per gli operatori del sistema, mediante un maggior ricorso alla semplificazione che riporti ad unita', magari in un unico testo, la complessita' della regolamentazione in questione.


>>Continua a leggere "VINO: UNCI-COLDIRETTI, ETICHETTA CON ORIGINE GARANZIA CONSUMATORI"

123284 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

UNIONE EUROPEA: SUL VINO BIOLOGICO E’ IN ARRIVO UNA PROPOSTA DA BRUXELLES

Scritto da Eva di Pretoro • Martedì, 9 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Normativa vinicola

E’ in arrivo, per fine marzo-inizio aprile, la proposta della Commissione Europea per regolamentare la produzione di vino biologico in Europa.

Sul dossier, già da mesi, si confrontano nell’Ue gli esperti europei e nazionali.

L’Italia è nella situazione migliore - assicurano a Bruxelles - in quanto il paese ha una grande tradizione vinicola di qualità e i produttori hanno capito l’importanza del biologico prima degli altri paesi.


>>Continua a leggere "UNIONE EUROPEA: SUL VINO BIOLOGICO E’ IN ARRIVO UNA PROPOSTA DA BRUXELLES"

7757 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il ministro Zaia: dal primo agosto 2009 tutto il Prosecco sarà DOP

Scritto da Ciro Iodice • Venerdì, 20 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Normativa vinicola
il ministro Luca Zaia
A partire dal primo agosto 2009 tutto il Prosecco sarà protetto a livello comunitario ed internazionale come Denominazioni di Origine Protetta. E’ un riconoscimento che dà valore al lavoro svolto finora per la valorizzazione e la tutela di un vino che rappresenta l’Italia in tutto il mondo. Assicurare la garanzia della DOC alle produzioni base e Docg alla viticoltura storica servirà a garantire in modo ancora più incisivo i produttori onesti e i consumatori di tutto il mondo: dietro il Prosecco e il suo successo c’è la sapienza dei viticoltori italiani, un patrimonio inimitabile di conoscenza che difenderemo da ogni tentativo di imitazione.

Con queste parole il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha commentato l’approvazione del riconoscimento della Doc Prosecco, delle Docg Conegliano Valdobbiadene e Colli Asolani, per le rispettive sottozone storiche, e delle relative proposte di disciplinare.

Il Comitato Nazionale per la tutela delle denominazioni d’origine dei vini ha deliberato gli attesi riconoscimenti dopo aver ascoltato le richieste dei produttori e dopo le audizioni tenutesi nella zona di produzione.

L’iter procedurale prevede che le decisioni assunte oggi dal Comitato siano pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana per poter acquisire, entro trenta giorni, eventuali osservazioni.
Queste ultime saranno valutate dallo stesso Comitato e, successivamente, il Mipaaf potrà emanare i decreti di riconoscimento delle denominazioni e di approvazione dei relativi disciplinari. (segue)



>>Continua a leggere "Il ministro Zaia: dal primo agosto 2009 tutto il Prosecco sarà DOP"

5461 hits
Tags: ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Colline del prosecco patrimonio dell'UNESCO

Scritto da Ciro Iodice • Martedì, 2 dicembre 2008 • Commenti 0 • Categoria: Normativa vinicola
La proposta lanciata da Zaia convince pure gli ambientalisti

Si sono battuti (pacificamente) per fermare lo scempio ambientale che, negli ultimi anni, non ha risparmiato nemmeno la cornice di colli che puntella l’Alta Marca.

Ora anche la “politica” li ascolta. Loro, gli “urlatori”, sono gli ambientalisti, che di fronte alla proposta di Luca Zaia di far diventare le Colline del Prosecco patrimonio dell’Unesco, dicono sì.

Luciano De Biasi come hai preso la proposta di Zaia di far diventare colline del prosecco patrimonio Unesco?

Vi è un sentire diffuso in merito alla necessità di preservare le zone caratteristiche di produzione del prosecco. In particolare le dorsali moreniche che parallelamente si snodano una da Santo Stefano-Saccol fino a Rolle-Arfanta e l’altra da Colbertaldo-Col S.Martino fino a Refrontolo passando per Collagù hanno peculiarità che le rendono uniche e riconoscibili soprattutto per la presenza di vigneti terrazzati posti su acclivi in forte pendenza. La domanda di vino di “qualità” sta diventando sempre più evoluta e la percezione di eccellenza di un prodotto agro-alimentare si ha quando esso viene strettamente correlato alle specificità del territorio dal quale proviene. Il paesaggio diventa quindi un elemento imprescindibile della “qualità” intrinseca del vino prosecco DOC che il consumatore / turista riconosce ed è disposto a “pagare”. Promuovere a “patrimonio dell’intera umanità” il risultato del lavoro fin qui svolto da varie generazioni è un riconoscimento ed un premio alle loro fatiche.



>>Continua a leggere "Colline del prosecco patrimonio dell'UNESCO"

6778 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il ministro Zaia nomina un comitato nazionale per il vino

Scritto da Bernet Franca • Venerdì, 17 ottobre 2008 • Commenti 0 • Categoria: Normativa vinicola
Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha nominato il Comitato nazionale per la tutela e la valorizzazione delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche tipiche dei vini.

Il Ministro ha firmato il decreto di nomina dei componenti del Comitato, organo del Mipaaf con competenza consultiva, propositiva ed amministrativa su tutti i vini designati con nome geografico.

"Faccio ai nuovi membri del Comitato i miei piu' sinceri auguri di buon lavoro", ha detto Zaia. "Occorre mettere in campo tutte le nostre energie in vista dell'entrata in vigore, il prossimo anno, della riforma dell'Ocm vino".

"Il ruolo del Comitato nazionale - conclude Zaia - e' insostituibile per valorizzare al massimo un comparto strategico per l'agroalimentare italiano, come quello vitivinicolo"

Il comitato nazionale per la tutela delle DOC su AGI News
2606 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!