Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

Il clima cambia il vino Made in Italy, ha un grado in più

Scritto da Apcom • Lunedì, 26 marzo 2012 • Commenti 1 • Categoria: Vino
Uve più precoci, meno acide e più dolci rispetto al passato

Il vino italiano è aumentato di un grado negli ultimi 30 anni anche per effetto dei cambiamenti climatici che si sono verificati nella Penisola, dove la temperatura media nel 2011 è stata superiore di 1,5 gradi rispetto al 1980, facendo peraltro segnare in questo arco di tempo alla colonnina di mercurio ripetuti livelli di caldo record da oltre 2 secoli. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti all'apertura del Vinitaly, dove lunedì prossimo alle ore 15 si terrà l'incontro 'Clima e vino: rischi e prospettive di una relazione particolare'.

Per la Coldiretti numerosi sono i casi di disciplinari di vini a denominazione che negli ultimi anni si sono adeguati al cambiamento modificando i limiti minimi di gradazione alcolica sia al Nord (dove per la Barbera d'Asti si è passati per il base da 11,5 gradi a 12 e per il superiore da 12 gradi a 12,5), che al Sud (per l'Aglianico del Vulture la gradazione minima naturale delle uve alla vendemmia è passata da 11, 5 gradi a 12,00 per il Superiore Docg a 13,00 gradi).


>>Continua a leggere "Il clima cambia il vino Made in Italy, ha un grado in più"

52210 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Azienda vinicola Umani Ronchi:grandi uve per grandi vini

Scritto da Eva di Pretoro • Sabato, 20 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino bianco fermo

Di proprietà della famiglia Bianchi-Bernetti da quasi cinquantanta anni, la UMANI RONCHI fu fondata come Azienda Agricola nel 1957 da Gino Umani Ronchi a Cupramontana, nel cuore della zona di produzione del Verdicchio Classico, nelle Marche.

L'Azienda Vinicola Umani Ronchi, si è distinta come grande interprete dei due vini più rappresentativi della regione Marche, Verdicchio e Rosso Conero.

La proprietà vitata dell'Azienda comprende una superficie totale di 210 ettari distribuiti su 12 distinti appezzamenti con caratteristiche uniche, nel rispetto e nella valorizzazione del terroir e di vitigni autoctoni di Marche e Abruzzo.

Non manca la ricerca su alcuni tra i più rappresentativi vitigni internazionali come Chardonnay, Sauvignon Blanc, Cabernet Sauvignon e Merlot, per la creazione di vini innovativi da mettere a confronto con le più eccellenti produzioni mondiali.

Impressiona la qualità media dei vini, ma dietro al successo di questa cantina c’è un progetto serio che combina ricerca e impegno, idee chiare e un obiettivo che non ammette compromessi: produrre grandi uve per produrre grandi vini e gli investimenti, in primis dedicati alle vigne, sono lì a dimostrarlo.


>>Continua a leggere "Azienda vinicola Umani Ronchi:grandi uve per grandi vini"

15801 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Di Majo Norante: nuovi vini da antichi vitigni

Scritto da Eva di Pretoro • Giovedì, 18 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino rosso fermo

Di Majo Norante è un'azienda Molisana, produce vino da uve proprie fin dal 1800 e le produce esclusivamente negli 85 ettari dell’antico feudo dei Marchesi Norante di Santa Cristina.

La filosofia di Di Majo Norante è quella di produrre vini dai sapori ricchi di personalità delle antiche culture contadine, di rispettare l'approccio tradizionale alla coltivazione della vite e produrre vino che conservi tutte le caratteristiche degli uvaggi mediterranei.

I nuovi vini da antichi vitigni sono quindi gli splendidi risultati della vinificazione in purezza di vitigni tradizionalmente presenti nel Sud Italia e nel Molise.

Di Majo Norante pone una certa attenzione alla selezione, alla raccolta delle uve e alle tecniche di vinificazione, nell’ottica del miglioramento costante della qualità e della salubrità del vino.



>>Continua a leggere "Di Majo Norante: nuovi vini da antichi vitigni"

8090 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Tokaj: il vino dei Re

Scritto da Eva di Pretoro • Mercoledì, 17 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino

Il tokaj è un vino ungherese e slovacco molto noto in tutto il mondo.

L'omonima zona di produzione si trova nei pressi di Eger, vivissima cittadina dell'est del paese danubiano.

Definito re dei vini, vino dei re (epiteto coniato secondo la leggenda da Luigi XIV di Francia), un tempo era usato come pregiato dono che gli ungheresi offrivano ai re e ai grandi ecclesiastici di tutta Europa.

La zona d’origine del tokaj  si colloca a nord est di Budapest, a pochi chilometri dal confine slovacco, nei pressi di Sárospatak (fiume melmoso) e  Sátoraljaújhely.

La peculiarità del terreno, il particolare microclima, i vitigni, il trattamento e l’affinamento, uniti ad una straordinaria tradizione pluricentenaria, danno origine a questo vino, un tempo unico e famoso in tutto il mondo.


>>Continua a leggere "Tokaj: il vino dei Re"

8450 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Full immersion in ... wine!

Scritto da Eva di Pretoro • Lunedì, 15 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino

Per godersi il mondo del vino e dell'enogastronomia anche fuori dal contesto italiano finalmente si organizza presso la scuola di inglese Anglomania il corso "Full immersion in ... wine!".

Si tratta di una proposta pensata da Matteo Marenghi.

Il corso, strutturato in 3 giorni, esplora tutto il vocabolario utile a descrivere i processi del settore vitienologico, a condurre degustazioni con operatori internazionali, ad accogliere e gestire proficuamente visite aziendali, a trattare con buyer e clienti, al dialogo utile nelle fiere, alla vendita su internet .

Il corso è dedicato a chi già conosce l'inglese e vuole ampliare nello specifico la terminologia del comparto vitienologico, per lavoro o anche solo per cultura.


>>Continua a leggere "Full immersion in ... wine!"

2850 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

SuperWhites: grandi vini bianchi del Friuli a Roma

Scritto da Eva di Pretoro • Lunedì, 15 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino bianco

Sabato 20 e domenica 21 febbraio, per la decima volta tornano a Roma i «SuperWhites», grandi vini bianchi del Friuli Venezia Giulia, in un appuntamento organizzato da Slow Food Lazio, Slow Food Roma e Slow Food Friuli Venezia Giulia, grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia.


L’evento offre un’occasione unica per confrontare le caratteristiche dei vini bianchi, che costituiscono il 55% della produzione enologica regionale: dalle varietà autoctone - ribolla gialla, malvasia, verduzzo friulano, ramandolo, picolit - ai vitigni internazionali, come pinot grigio, pinot bianco, chardonnay e sauvignon.

SuperWhites, nasce dalla collaborazione tra produttori friulani di qualità e Slow Food Friuli, ed ha l’obiettivo di promuovere nel mondo l’immagine dei vini locali, testimoni di un territorio particolarmente vocato alla produzione enologica di altissimo livello, cui si affiancano specialità alimentari di pari valore.


>>Continua a leggere "SuperWhites: grandi vini bianchi del Friuli a Roma"

6358 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

FATTORIA CABANON: VINI PRODOTTI CON IL CUORE

Scritto da Eva di Pretoro • Domenica, 14 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino rosso fermo

La fattoria Cabonon è situata nell'estremità occidentale dell'Oltrepo Pavese, ai confini con il Piemonte su una superficie di circa 40 ettari, esposta a levante, su terreni magri e molto ventilati.

L’azienda agricola vitivinicola Cabanon è stata creata da Giovanni Mercandelli, nel corso degli anni fu ampliata e abbellita, impiantata totalmente a vigneto con criteri moderni e innovativi. Furono messe a punto tecniche di vinificazione nuove e geniali attraverso un sano connubio fra la tradizione e le più moderne concezioni enologiche, sempre perseguendo l’obiettivo della miglior qualità e della genuinità del prodotto.

Oggi la fattoria, dopo la prematura scomparsa del fondatore Giovanni Mercandelli, è gestita totalmente dalla figlia Elena, tecnica esperta del vino, infaticabile lavoratrice nella vigna e in cantina

L’azienda vanta da sempre una tradizione di agricoltura biologica, fin dall'inizio la filosofia del suo creatore era basata sui principi del  rispetto per l’ambiente e la ricerca di un lavoro ed una vita sana.


>>Continua a leggere "FATTORIA CABANON: VINI PRODOTTI CON IL CUORE"

11392 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

IL VINO SFUSO TORNA DI MODA

Scritto da Eva di Pretoro • Sabato, 13 febbraio 2010 • Commenti 1 • Categoria: Vino

Spesso si pensa al vino "sfuso" come ad un vino di qualità molto bassa, anonimo, indifferenziato, prodotto soprattutto da cantine sociali e venduto in cisterne per essere poi confezionato in bottiglie da litro, litro e mezzo, piccole damigiane.

Oggi sono sempre più numerosi i casi in cui la qualità del vino sfuso ha poco da invidiare a quella del vino in bottiglia.

Anni di innovazioni tecnologiche, di progressi scientifici e culturali nel settore enologico, sono serviti a migliorare questo prodotto.

  Si parla, in particolare,  del vino sfuso venduto nei punti vendita delle aziende e delle cantine: posso essere vini a Igt, ma anche a Doc, e con prezzi al litro convenienti ma non bassissimi.


>>Continua a leggere "IL VINO SFUSO TORNA DI MODA"

16333 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!